martedì 15 dicembre 2015

Moliére - L'avaro

TRAMA

Arpagone, il vecchio protagonista, è a dir poco odiato dai suoi due figli, Cleante ed Elisa.
Cleante lo odia perché Arpagone vuole sposare la giovane e povera Marianna che lui segretamente ama; Elisa, invece, lo detesta perché vuole darla in sposa all’anziano Signor Anselmo che è disposto a prenderla senza alcuna dote. C'è un'ultima importante cosa da dire: Arpagone è incredibilmente e assurdamente avaro. A tal punto da non vivere per paura d'essere derubato in qualunque istante dei suoi soldi.

LA MIA OPINIONE 



Stupendo. Una commedia frizzante, divertente, ben congegnata. La storia non annoia, i colpi di scena si susseguono con ritmo incalzante; Moliére tocca temi importanti (avarizia scellerata, i matrimoni combinati, l'incapacità dei medici, il lusso e la sfarzosità eccessiva ed il gioco d'azzardo), ma non perde nemmeno per un secondo il tono leggero e divertente. Da questa opera ho tratto la seguente citazione ----> Leggi

Un opera teatrale che consiglio, breve, leggera e divertente!

Nessun commento:

Posta un commento