sabato 26 marzo 2016

Nunzia Alemanno - Il Dominio dei Mondi: L'EGEMONIA DEL DRAGO


TRAMA

Karl Overgaard è un brillante bambino di appena sei anni. Vive a Silkeborg, in Danimarca, insieme alla madre, Karen e la nonna, Amanda. In seguito ad alcuni strani avvenimenti (la voglia dietro la nuca che, inspiegabilmente, inizia a sanguinare e l’orrenda visione di un drago fuori dalla finestra della sua camera), Karl all’improvviso e misteriosamente, scompare.

L’ispettore Johan Kallen si prende carico delle indagini, ritenendo Karen, a causa degli strani disturbi psichici che la affliggono, la sospettata principale per la scomparsa del bambino.
Il destino di Karl è legato a quello di Ambra, una giovane fanciulla di Castaryus. Qui, in questo piccolo mondo disperso nella galassia di Ursantia, subiranno la persecuzione di Elenìae, una maga perfida e spietata dai poteri illimitati che brama al dominio assoluto. Per conquistare tale supremazia, la sanguinaria strega dovrà distruggere l’onnipotente divinità di Castaryus, il Drago, che governa su tutti i popoli da più di duemila anni. Ed è così che Elenìae dà inizio alla caccia di coloro che potranno rendere possibile il suo spietato sogno di potere. Le prede sono i cuori pulsanti del bambino e della giovane Ambra, da immolare durante un rito sacrificale. Anche la voglia sulla nuca di Ambra aveva cominciato a sanguinare, proprio come avvenne al piccolo Karl prima della sua scomparsa. Che cosa può accomunare due persone appartenenti a due mondi cosi diversi e così lontani?
Intorno a loro ruotano le vicende di re, maghi e forti guerrieri, storie d’amore che appassionano, avventure che lasciano senza fiato. La disperazione condurrà una madre alla follia (è veramente pazza? O è divenuta cosciente di quel mondo in cui il figlio è stato trasportato e vuole andare a tutti i costi a riprenderselo) e non mancherà l’impegno di coloro che, per proteggere Ambra e il piccolo Karl, non si risparmieranno nella lotta mettendo in gioco la propria vita.


LA STORIA ★★★★★

La fantasia dell'autrice merita sicuramente 5 stelle. Le ambientazioni sono precise e dettagliate, la storia in sé riserva colpi colpi di scena continui rivelando una trama ben studiata e piacevole da snocciolare pagina dopo pagina. I personaggi sono descritti bene, si inseriscono alla grande nel background della storia. E’ un racconto che coinvolge tanti temi: tradimenti, amicizie, guerre per la bramosia di potere, draghi, creature fantastiche e malvage ma anche eroiche e positive. Una cosa su tutto, però, emerge in questo romanzo: il trionfo dell'amore.


LO STILE ★★★★ 

Diversamente dalle ultime letture che ho affrontato, devo ammettere che ho apprezzato anche lo stile. Certo, ci sono delle piccole cose da rivedere, ma nel complesso il giudizio è ampiamente positivo! Una cosa che a mio avviso va rivista è l'uso delle virgole: in alcuni punti l'impressione è che siano state usate un po "a casaccio". Oltre a questo c'è qualche sporadico e perdonabilissimo errore di battitura ( si trova in tutti i libri) e quale ripetizione di troppo, che a volte poteva essere sostituita con un piccolo sforzo nella ricerca di sinonimi. Detto questo passo agli aspetti positivi, come lo stile positivamente semplice e fluido, la trama chiara e mai confusionaria e la capacità nel creare dialoghi divertenti e appassionanti. 

CONCLUSIONE - VOTO (4,5) 

Come detto un gran bel romanzo: fluido, chiaro, divertente e mai scontato. Mi ha catturato sin da subito e appassionato con le sue splendide ambientazioni e i suoi dialoghi spumeggianti. Quasi cinque stelle e un plauso all'autrice Nunzia Alemanno, con i migliori auguri per una carriera tutta da scrivere!

Nessun commento:

Posta un commento