giovedì 22 settembre 2016

Fredric Brown - Gorgo Fatale

SINOSSI

(GENERE - THRILLER)
Un giornalista, di nome Sam Evans, viene incaricato di scrivere un necrologio sulla morte incidentale di un ragazzo nei pressi di Whitewater Beach. La carta d'identità sembrerebbe rivelare la morte di un certo Henry O. Westphal, ma ben presto si scopre che in realtà era un ladruncolo polacco. Tuttavia, qualcosa non torna nei calcoli di Sam, che inizia a sospettare un omicidio e decide d'indagare segretamente sulla vicenda. Questo lo porterà inevitabilmente ad rischiare la propria vita, a costo di scoprire una scomoda verità. Ci riuscirà?




RECENSIONE


STORIA ★★★★

Alla storia avrei seriamente dato cinque stelle, se non fosse stato per un finale che non mi ha propriamente convinto (tranquilli, niente spoiler). Ad ogni modo, questo non inficia sul giudizio finale...resta comunque un'opera consigliata! Tutti gli ingredienti sono ben dosati, c'è tanto mistero e tanta suspence, ma soprattutto tanta carne al fuoco. Una storia carica di elementi e strutturata al meglio. Sotto questo punto di vista ben poco da dire.


STILE ★★★★



Anche qui è stata sfiorata la perfezione, mannaggia. Tutto molto bello, ma quei dialoghi...troppo piatti, banali, identici. Non riuscivo ad avvertire il passaggio da un personaggio ad un altro. Il modo di parlare dei singoli personaggi, le espressioni, tutto mi è sembrato spesso poco curato o non appropriato alla situazione. Al di là di questa cattivissima introduzione, ci tengo a dire che tutto il resto è stato curato al meglio: ambientazione (sublime, mi sembrava di essere a fianco del protagonista), azioni svolte dai personaggi, corsi e ricorsi storici. Non solo: fino a metà libro i pensieri dell'autore non vengono mai minimamente svelati, costringendo il lettore ad indagare in totale solitudine e libertà. L'ho trovato una tattica molto azzeccata e mi ha ricordato la tecnica usata da Verga nelle sue opere, anche se si parla di tutt'altro genere.

CONCLUSIONE - VOTO (4/5)

Insomma, senza girarci troppo intorno, ho acquistato un best-seller e ho letto un best seller. Quattro stelle più che meritate. Peccato per quel finale...ma io non vi ho detto niente, eh!


Nessun commento:

Posta un commento