domenica 7 gennaio 2018

Stupide Scommesse



TRAMA


Davide Dama è un diciottenne che fa una scommessa con gli amici per dimostrare la sua capacità di seduzione, quindi vuole portarsi a letto Maria, una bella trentenne ubriaca, conosciuta in un bar. Quello che doveva essere il semplice divertimento di una notte, si trasforma nell’ossessione della sua vita e per anni lui continua a fare il cinico seduttore alla ricerca della donna senza un cognome che non riesce più a rintracciare.

Il destino fa conoscere al protagonista, nel frattempo diventato un avvocato famoso, Daria Conti, una giovane innamorata dello stile gotico. Lei ha tutto quello che lui desidera in una donna: è sensuale, affascinate, misteriosa, scaltra, sicura di sé. Ogni volta che la incontra, la giovane dark riesce a mandargli in tilt il cervello con la sua passione e la sua spudoratezza. Il cinico seduttore, nonostante le molte donne che frequenta, capisce che l’amore non è una bugia che i poeti hanno inventato e che alla fine nella vita tutto torna, il bene e il male che consapevolmente facciamo agli altri e che ci viene addosso come un boomerang. Quello che colpirà Davide sarà durissimo e assai doloroso. Perché la vita talvolta è sorprendente e non tutte le sorprese sono piacevoli. Come diceva Zig Ziglar: “La vita è un’eco. Quello che invii, torna indietro. Quello che semini, raccogli. Quello che dai, ottieni. Quello che vedi negli altri esiste in te.” ADATTO A UN PUBBLICO ADULTO.


LA MIA OPINIONE

Atmosfera bollente, oggi. Parliamo di un libro appartenente al genere erotico, che da sempre divide il pubblico dei lettori. Capisco quanto sia difficile scrivere un'opera erotica senza cadere nel banale; posso affermare che questa volta la banalità è stata evitata. Forse troppo.

Stilisticamente penso che Delia Deliu abbia svolto un ottimo lavoro. La narrazione ha un buon ritmo, mentre le descrizioni sono accurate senza risultare prolisse (se proprio devo fare un appunto negativo a riguardo, ho riscontrato l'abuso di una parola straniera, "applique". Essendo poco comune, al posto dell'autrice l'avrei usata di meno o mi sarei sforzato di aggirare la ripetizione nelle successive ambientazioni). In ogni caso, giudizio positivo a riguardo, si tratta solamente di un piccolo appunto.
I personaggi sono diversi tra loro dunque ben caratterizzati, coerenti con lo svolgersi della narrazione. I dialoghi li ho trovati assolutamente sufficienti, a volte forse un po' irreali. L'editing è buono, la correzione di bozza pure tranne qualche refuso incontrato lungo la lettura (niente di grave).
Riguardo al finale, sono sicuro che dividerà i lettori. Non voglio rovinarvi la sorpresa. Personalmente non l'ho apprezzato, ma è un parere assolutamente soggettivo. Sicuramente non è scontato, anzi, è un colpo al cuore letteralmente. Ci tenevo a restare stupito e sono stato accontentato.

Se devo trarre un bilancio, come esordio nel mondo della letteratura erotica ritengo sia stata raggiunta la sufficienza. C'è un ottimo intreccio, ma soprattutto è assente la certezza che spesso accompagna i libri erotici, ovvero quella di sapere già il finale. L'ho apprezzato anche se non mi ha totalmente convinto; forse, con una conclusione diversa, l'avrei apprezzato maggiormente. Però va anche riconosciuto il coraggio dell'autrice nello sfidare la banalità e proporre un tema in grado di dividere l'opinione pubblica. Capisco che con tale intento Delia Deliu volesse offrire una riflessione, ma credo che avrebbe potuto studiare un modo migliore per proporla al lettore.

Quale tema? Quale riflessione? Non posso dirlo, perché cade proprio nel finale. Non vi resta altro da fare se non leggere il libro e dirmi il vostro parere a riguardo. Chiaramente astenersi bigotti e puritani, il linguaggio è molto spinto ma viene curato a seconda delle circostanze, a mio parere. Complessivamente, ne vale la pena.

---------------------------------------------------------------------------------

Ti è piaciuta questa recensione? Non dimenticare di condividerla sui tuoi profili social. Se non l'hai ancora fatto, puoi seguire il blog premendo il tasto in basso a destra. Alla prossima!


Nessun commento:

Posta un commento